SOLOOLOS di Stefania Scicolone

Oli essenziali: come usare questi rimedi naturali

Rimedi naturali
" Per ritrovare te stesso, perditi nella natura" Dr. Filippo O

Gli oli essenziali possono essere un toccasana per il tuo benessere?

E’ risaputo che anticamente si utilizzavano erbe ed intrugli per curarsi. Con l’avanzare della tecnologia e della medicina si sono sviluppati nuovi usi e metodi per avvalersi di questi straordinari rimedi naturali a nostro beneficio. Inoltre la medicina cinese è sempre stata utile al benessere psico-fisico dell’essere umano ed integrare l’uso delle piante alla medicina cinese permette di raggiungere un livello più avanzato ed efficace nel prendersi cura di sé. La scienza e la medicina allopatica hanno fatto un grande percorso negli anni, sino ad oggi, e dobbiamo riconoscere che grazie ad essa possiamo beneficiare di cure altrimenti inesistenti. Bensì la medicina integrata, a mio avviso, ottimizza tutto ciò che abbiamo oggi a disposizione in campo medico-scientifico. Gli oli essenziali sono uno dei rimedi naturali di cui avvalersi.
Importante:
Gli oli essenziali sono dal 50% al 70% addirittura più efficace della stessa pianta officinale. Questo è ciò che le evidenze scientifiche hanno dimostrato. Oli essenziali

Ma cosa sono gli oli essenziali?

Gli oli essenziali sono sostanze volatili ottenuti tramite processi fisici da piante e erbe officinali dette aromatiche. Essi prendono il nome dalla pianta da cui derivano come, ad esempio olio di limone, olio di lavanda e olio di rosmarino. Tali oli vengono detti essenziali in quanto rappresentano l’essenza dell’odore e dell’aroma della pianta. L’uso degli oli essenziali risale a circa 4000 anni fa per i loro effetti cosmetici e terapeutici e, sebbene non siano riconosciuti dalla scienza medica ufficiale, vengono usati, nell’ambito della medicina alternativa per curare molte patologie. E’ fondamentale che l’olio essenziale sia puro al 100%, estratto naturalmente e non con solventi chimici e che sia chemiotipizzato. Il chemiotipo si può definire come il costituente dominante presente in un olio essenziale e viene abbreviato con la sigla “ct”. Il costituente dominante può essere quello maggiormente presente (parametro quantitativo) oppure quello maggiormente caratterizzante (parametro quantitativo). Ovviamente tutti gli oli che consiglio nel io BLOG e a cui rimando attraverso i link hanno tali caratteristiche.

Come vengono estratti e conservati?

Per estrarre gli oli essenziali vengono utilizzati due metodi naturali e che non ne alterano le proprietà: la spremitura a freddo per ciò che concerne gli agrumi e la distillazione a corrente di vapore per piante, erbe, radici e resine. Il calore è altamente nocivo per gli oli essenziali, in quanto composti da molecole volatili perciò sensibili a fonti di calore come può essere la semplice luce calda. Per un’ottima conservazione infatti è opportuno riporli in luogo asciutto e al riparo da fonti di calore. Il colore ambrato delle fiale in cui vengono inseriti ha lo scopo di proteggerli, per quanto possibile, da questi fattori. Molte persone sono abituate ad utilizzare gli oli essenziali con l’ausilio di bruciatori di essenze o candele, ovviamente come sopra specificato, questi mezzi annullano gli effetti benefici che derivano da questi rimedi naturali.

Come si utilizzano gli oli essenziali?

Gli oli essenziali si possono utilizzare in 4 modi differenti:

Uso Topico:

semplicemente applicandoli direttamente sulla pelle, in taluni casi obbligatoriamente o opzionalmente diluiti in olio vettore, (olio frazionato di cocco, mandorle, jojoba, argan, oliva, ecc.) o altri elementi come creme, pomate, latte, acqua. Si raccomanda che dopo l’utilizzo cutaneo di alcuni oli, di cui approfondiremo successivamente, non ci si esponga ai raggi UV dalle 12 alle 72 ore. Di seguito alcuni esempi:
Oli essenziali
Puri o diluiti, per la cura della pelle e della bellezza estetica.
  1. Oli essenziali
    Puri o diluiti, per escoriazioni, ematomi, ustioni.
Oli essenziali
Puri o diluiti, per la cura della cute e dei capelli.
Puri o diluiti, per tensioni nervose, mal di testa, aumento della concentrazione, colpi di sonno, necessitò di rinfrescarsi, abbassamento della febbre.
Diluiti o puri, per dolori muscolo-scheletrici.

Uso Aromatico:

inalandone l’aroma direttamente dalla fiala oppure utilizzando un diffusore a nebulizzazione fredda. Di seguito alcuni esempi:
Oli essenziali
In diffusione, purificazione dell’aria e pulizia energetica dell’ambiente, abbattimento della carica batterica e/o virale, favorire il buon sonno, gradevole profumazione.
Oli essenziali
Aromaterapia direttamente inalando dal boccettino, per stimolare la concentrazione, decongestionare le vie nasali, aumentare la concentrazione, riduzione del mal di testa.

Uso interno:

Molti oli essenziali sono ingeribili, quindi si posso utilizzare a livello sublinguale oppure ingeriti puri o diluiti in acqua, latte, succhi di frutta o ancora come condimento per pietanze piuttosto che utilizzati come vere e propri thè o tisane. Di seguito alcuni esempi:
Oli essenziali
Per arricchire di sapore e proprietà benefiche cibi e bevande.
Rimedi naturali
Diluiti per effettuare sciacqui per igienizzare, disinfettare e disinfiammare il cavo orale, purificare le corde vocali, profumare l’alito, agire su afte, vescicole e herpes.
Oli essenziali
Diluiti o puri, per celere efficacia contro sintomi come mal di gola, disturbi digestivi, reflusso gastroesofageo, sinusite, raffreddore, disturbi intestinali, dolori addominali, sindrome pre e mestruale, ecc.
4. Uso esterno: Per uso esterno si intende che possono essere dei validi aiutanti per mantenere l’igiene, la pulizia e la disinfezione degli ambienti domestici e superfici. Di seguito alcuni esempi:
Diluiti nel secchio per igienizzare e disinfettare le superfici verticali e del pavimento.
Oli essenziali
Diluiti in un flacone con spruzzino per igienizzare e sanificare ambienti e superfici, piano cottura, forno, frigorifero, tappeti, tende, divani, materassi, biancheria letto, interni della macchina.
Puri o diluiti, per una lavatrice e/o asciugatrice sanificata ed un bucato morbido, igienizzato e profumato.

Possono essere usati indistintamente da tutti?

La risposta a questa domanda è NO! Bisogna infatti ricordare che gli oli essenziali in quanto rimendi naturali, derivano da vegetali che possono scatenare stati allergici a soggetti che non tollerano la pianta officinale. Inoltre su bambini, anziani, soggetti patologici e animali, gli oli essenziali possono essere sì utilizzati, ma a determinate condizioni e dosaggi. Leggi gli altri articoli correlati:
Facebook
Twitter
LinkedIn

Approfondisci

Articoli correlati

Libri da leggere!

Esistono moltissimi libri da leggere che ci danno informazioni utili su come fare, usare, creare determinate cose, dei manuali, delle istruzioni. Ma si sa anche

Leggi articolo »

Su questo sito utilizziamo strumenti di prima o terza parte che memorizzano piccoli file
(cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente utilizzati per consentire
il corretto funzionamento del sito (cookie tecnici), per generare report
sull’utilizzo della navigazione (cookie di statistica) e per pubblicizzare
adeguatamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo
utilizzare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o
meno i cookie statistici e di profilazione
. Abilitando questi cookie, ci aiuti a
offrirti un’esperienza migliore
.